Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Forum

arriva Damian..

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

arriva Damian..

Messaggio  Elide Deiboschi Volturina il Lun Mag 04, 2015 12:23 pm




Damian Kanes
Luce flebile donata soltanto dalle candele poste al centro della stanza, ghirigori arcani e negromantici disegnati sul pavimento. La biblioteca è quasi irriconoscibile, lunghe ombre creano figure indistinte, l'odore flebile di muffa e pergamene crea un'atmosfera ancora più elegante, più ricercata. Non m'interessa l'estetica, ciò che conta è che fra poco avrò visite.
Inizio a recitare l'incantesimo d'evocazione, dapprima con calma poi in crescendo mentre l'incenso inebria la mia mente, le parole fuoriescono come un fiume impetuoso che attraversa una valle troppo stretta, i muri e il pavimento tremano finchè un'esplosione di luce arcana violacea non mette fine a tutto lasciandomi solo con l'oggetto della mia evocazione: Elide Dei Boschi.*
Benvenuta fantasmina.

Elide Dei Boschi
*se ne sta tranquilla, al sicuro nel suo bel Palazzo vagando senza meta per corridoi, attraversando senza nessuna attenzione mura e porte delle enormi stanze dai tetti alti e tende di broccato poste sulle finestre per non far penetrare la luce fastidiosa del sole, e non essere un pericolo per gli abitanti di quella casa. Controlla che tutto sia in ordine e al suo posto;
Sistemando di quando in quando un vaso o un quadro storto attaccato alla parete. Aspettando paziente che i suoi amici si destino dal sonno e trovino tutto come é star lasciato. Ma d'improvviso qualcosa la disturba, sente una strana voce, un richiamo, in una lingua antica che lei piccina non conosce e il suo corpicino inizia a fremere apparendo e sparendo senza che possa controllarsi, si guarda intorno quasi smarrita senza capire che cosa succede. Che cos'ha?
Svanisce dalla sua casa per riapparire in una sala buia, piccola con poche candele, poste sul pavimento. Subito urla* OOOOOOO MA DOVE SONO? CHE SUCCEDE? * non da attenzione al suo ospite inizia a fluttuare a muoversi come una mosca dentro un barattolo * cercando una via d'uscita ma non riesce a oltrepassare le pareti é impaurita non comprende; ma non riesce a calmarsi*

Damian Kanes
*Rido vedendo Elide dibattersi come una mosca intrappolata sotto un cristallo trasparente ma la sua voce è addirittura più fastidiosa di quanto ricordarsi*. Benvenuta *ripeto, stavolta a voce più alta* mettiti pure comoda. *La ricordavo diversa, di tempo ne è passato da quando nella sala degli Erranti la rincorrevo infuriato per le sue malefatte. Ma quel tempo è ormai perduto nelle pieghe del nuovo che avanza, io stesso non sono più nel corpo di quell'essere scuro dalle orecchie a punta*.

Elide Dei Boschi
*l'evento improvviso l'aveva destabilizzata. Nessuno la chiamava per invocazione o almeno nessuno più lo faceva da molto tempo. Non riesce a calmarsi e con le piccole mani cerca di far forza sul muro pensando di oltrepassarlo o magari spostare un mattone quel po che le serve per fuggire.
Ma finalmente si rende conto di non essere sola, qualcun'altro e li con lei e furente lo affronta senza paura* LIBERAMI! LIBERAMI SUBITO! ALTRIMENTI SARANNO DOLORI PER TE! *la piccola non ha idea di chi la stia sfidando. Di una cosa é sicura é un non morto * TU NON HAI LA MINIMA IDEA DI COSA STAI FACENDO! LIBERAMI HO DETTO!

Damian Kanes
Adesso piantala o ti faccio sprofondare nell'oblio nel quale dovresti essere da molto tempo. *Evidentemente non mi riconosce, non potrebbe. I miei occhi sono fissi sul mostriciattolo traslucido di fronte a me che urla come una scimmia in gabbia, a guardarla bene, ci assomiglia pure*. Presto sarai libera ma se io decido di sprecare energie per convocarti, tu decidi di ascoltare. *Nella penombra qualcun'altro si muove, sonnolenta resta in attesa*. Dunque, vuoi sederti?

Elide Dei Boschi
*non riesce a trattenere la rabbia e il nervosismo di chi l'ha chiamata in quel posto. Gli va davanti senza paura guardandolo, fissandolo e sfidandolo* tu che vuoi da me? Ci conosciamo? Ci siamo mai incontrati? Cosa devi dirmi di così urgente e importante da evocarmi.... *guarda la stanza schifata, in realtà é cosi buia che non vede niete* in questo tugurio?

Damian Kanes
Risponderò alle tue domande soltanto perchè mi servi, non scambiare tutto ciò per cortesia. *Prendo una bottiglia dietro di me, stappandola, l'odore pungente del sangue mi aiuta a calmarmi. Butto giù un lungo sorso, senza mai staccarle gli occhi di dosso*. Ci conosciamo Elide, da lunghissimo tempo. Una volta posso affermare di essere l'oggetto delle tue adulazioni, almeno metà di esso per esser più preciso. Sono ciò che ik tuo amico Ralas ha scartato per seguire la sua dea *sorrido ironicamente*. Ci troviamo nella biblioteca sotterranea del mio castello, vicino alla sala delle torture e al dissanguatoio. *Butto giù un altro piccolo sorso chiudendo gli occhi stavolta, come a sottolineare che le presentazioni sono finite*. Sei qui per parlare di affari, quelli che riguardano te e un cane rognoso che è vissuto più di quanto la sua razza permetta*.

Elide Dei Boschi
*per un istante trasalisce, il suo svolazzare isterico si blocca rimanendo immobile, in realtà anche i suoi pensieri si fermano sentendo quel nome. Gli occhietti le si fanno piccoli piccoli ma la rabbia non si placa e alza ina mano e la ferma all'altezza del suo viso* tu! tu non meriti di pronunciare quel nome!, non puoi e non devi farlo! Che ne sai di Ralas di quello che é stato per me! E del vuoto che ha lasciato andandosene? Non provocarmi potrei torturarti eternamente!! *un ghigno malefico le appare* e io.... Posso tormentarti in eterno!!
*si volta a braccia incrociate e risponde secca* affari?? Cane rognoso? Non conosco nessuno io!! * il suo amico Lucan le aveva raccomandato di non parlare con nessuno di vivo e di morto dei loro progetti e lei era disposta a mantenere il segreto*

Damian Kanes
Bla bla bla. *Sottolineo quelle parole con il gesto della papera con la mano destra*. Conosci e come un cane rognoso perchè ti ho vista parlottare con lui, stringervi *mimo le virgolette con le dita* la mano per sigillare un accordo. *La guardo ironico sollevando un sopracciglio* non raccontarmi fandonie, anche se sei trasparente non puoi mentirmi. *Tappo la bottiglia rimettendola dietro la schiena* so bene cosa Ralas fosse o non fosse per te visto che ero parte di lui. Perciò spettro, te lo chiedo gentilmente un'ultima volta, cosa vi siete detti tu e Silver?

Elide Dei Boschi
Ahhhhh *sorride ingenuamente* parli del Lycan?? Si.... *fa ina pausa, respira e torna sicura di se* parlavamo..... Parlavamo..... Della sua dieta! Di cosa si nutre di cosa gli piace mangiare * torna a ciondolare in aria * abbiamo stretto un patto e ora ti spiego subito.. *cerca qualcosa a cui poggiarsi si guarda intorno* sai.... Io adoro far fuori i vampirozzi come te e quella bottiglia * la indica con il ditino* ci potrebbe essere sangue di morto * ride contenta* e con Silver abbiamo parlato di questo io gli procuro le prede come te e lui protegge me piccola e indifesa fantasma!

Damian Kanes
Davvero? Non so perchè ma tutto ciò mi sa di fandonia. *Sgranchisco lentamente il collo, le dita si agitano debolmente. Nella testa incorporea della fantasmina si manifestano le immagini della sua famiglia, la loro morte, le loro grida, il dolore. Fa rivivere a Elide il dolore della separazione, l'abbandono e il momento della propria morte. Una volta, due. La vede tremare e ne va fiero*. Devo continuare mia piccola ospite? Silver ti ha promesso qualcosa che va oltre la sua portata, io posso in qualsiasi momento. A te la scelta.

Elide Dei Boschi
*trema, il suo corpicino incorporeo diventa pesante e si adagia sul pavimento di mattoni grezzi, lo sguardo fisso ad un punto imprecisato del muro anch'esso lasciato grezzo senza stucco e gli occhioni pieni di lacrime che scendono dal suo visetto rivivendo come in un film la dipartita dei suoi adorati* Mio Padre.... *sussurra con un filo di voce* mia..... Madre.....

Damian Kanes
*Le do il tempo di godersi lo spettacolo mentre con la mano sinistra chiamo a me la creatura celata in un angolo, nascosta nell'ombra. Resto li ad ammirare il frutto del mio potere, me ne compiaccio. Il fine giustifica qualsiasi mezzo e ogni tanto occorre ammorbidire la resistenza dei miei interlocutori.* Allora ti sei goduta lo spettacolo?

Elide Dei Boschi
*con un respiro profondo cerca di raccogliere tutte le sue forze vorrebbe svanire da quel posto, ma tutto il suo potere sembra in trappola, in fondo sa che il padre e la madre sono immortali ma sa anche che prima o poi lei é destinata a rimanere da sola. É già morta e poche cose possono nuocerle ma quella visione é così reale che potrebbe toccarli con un ultima carezza e un ultimo bacino. Ê così confusa che non si accorge della creatura nascosta e sgrana gli occhi credendo che il buio si muova* ma cosa vuoi da me? Il patto riguarda le prede del lycan e lui ti spolperà osso per osso!

Damian Kanes
*Rido* Sono sicuro che se Silver riuscisse a mettermi le zampe addosso non solo mi scuoierebbe ma mi userebbe come scopa per pulire il tugurio dove dorme. Ma *faccio una pausa tornando serio fissandole gli occhi con mal celata crudeltà* il problema riguarda te adesso, non lui. Non mi interessa cosa voglia fare ad Ashroth, a me interessa sapere soltanto prima di lui dove posso trovarlo. E qui entri in gioco tu. *La creatura esce dalle ombre e si adagia alle mie gambe, la accarezzo assaporando il gelo che il contatto con la pantera d'ombra crea*. Questa è Syria, sorella di Gwen, che tu conosci assai bene. E' una creatura d'ombra e si nutre di anime, defunte o meno, non fa differenza. *Syria si lecca le labbra sorniona, lo sguardo distratto su Elide*. Vediamo se posso fidarmi di te: cosa ti ha promesso Silver?

Elide Dei Boschi
* ora tutto torna. Era lui la presenza inquietante nel bosco che non la faceva stare tranquilla. parla a fatica, non riesce a muoversi, si gira rigira come fosse in catene non ha emozioni e ha deciso di non reagire ma lo sguardo brilla* tu non sei Ralas! Tu non sei lui! Lui non mi avrebbe trattato cosi! Mi proteggeva e aiutava! Il mio elfo era un guerriero giusto che lottava con coraggio e con il sostegno della sua Dea! *solleva il viso e gli sputa sporcandogli i vestiti* non gli puliresti nemmeno le scarpe! Vampirozzo!!! Cosa ti importa cosa mi ha permesso Silver? *respira........ E...... respira* un corpo vero mi ha promesso e tu cosa mi daresti?
Gwen..... * la mente ricorda.... La Dimora degli Erranti, le avventure, i sorrisi e la sensazione di vuoto quando Ralas in compagnia della sua pantera la lasciarono sola e la casa cadde nell'oblio*

Damian Kanes
Un corpo vero? *Rifletto un attimo sulle eventualità di quanto sono venuto a sapere. Il Lycan non ha poteri arcani, l'unico che li ha, rudimentali, è lo sciamano del su Clan*. Non so dove quel lupo andrà a prendere il potere necessario ma, ciò che il tuo nuovo amico ti ha proposto, per me non sarebbe un problema darti un corpicino di carne. *Sorrido, un pò deluso, mi aspettavo molto di più*. Strano che tu non abbia chiesto di essere resuscitata. *Volgo lo sguardo verso Syria che fusa il suo appetito*.

Elide Dei Boschi
Ma sai.... *si solleva poggiando le mani al pavimento e alzando lo sguardo verso il succhia sangue. Con i segni di una sofferenza interiore profonda e lacerante* Io il corpicino non lo voglio! Lo aiuto perché mi va di farlo! tu non puoi capire! Tu sei solo! Tu sei..... Cosa sei? *gli chiede * Un parassita!! *si rannicchia portandovi le ginocchia fino al viso* e toglimi queste immagini dalla mente!!

Damian Kanes
Non le vuoi dici? *Rivolgo la mano destra verso di lei pronunciando un incantesimo di negromanzia. Del fumo argentato e viola si leva lentamente dalle mani della fantasmina facendovi apparire carne viva*. Come te le senti Elide? Le trovi di tuo gusto? *E' divertente osservare le sue reazioni, vorrebbe cavarmi gli occhi dalle orbite ma si sente comunque impotente*.

Elide Dei Boschi
*é bloccata, il terrore ormai fa parte della sua espressione, é irrigidita e guarda le manine e quello strano fumo* no no no! Fermo! Che fai? Non farlo? Non voglio tornare in vita! *scuote la testolina guarda se stessa e guarda lui* ma che VUOI DA ME???? che cosa? Liberami!!

Damian Kanes
oh beh! *Seccato tolgo ogni incantesimo di prigionia da lei*. Va dunque dove vuoi, aiuta il tuo amico rognoso e fa quello che ti ha chiesto *accompagno le parole con un gesto sbrigativo della mano, come a voler sottolineare la sgradevolezza della sua presenza*. Torna ad infestare il tuo tugurio da brava custode, rimani in eterno in quel limbo semitrasparente e che la vita possa essere per te soltanto un pallido e indistinto ricordo. *Syria socchiude gli occhioni azzurri su di lei, ha fame ma sa bene che ancora non è arrivato il momento*.

Elide Dei Boschi
*torna a fluttuare e non sente più nessun dolore e nessuna voce in un momento é tornata ad essere se stessa e svolazza fastidiosa fra la pantera e il succhia sangue * tesoro mio! Tu hai sbagliato il modo!! Io sono questo e nulla può cambiare ciò che sono ogni magia obbliga a donare qualcosa in cambio! E io non sono disposta a cedere nulla. *lo guarda birichina* però tu non mi hai detto perché mi hai portato qui? Cosa vuoi? E soprattutto cosa saresti in grado di darmi se quando trovo Ashroth chiamerò te primo? * ride come se nulla l'avesse sfiorata* su su parliamo d'affari!

Damian Kanes
Posso dirti perchè non sei morta innanzitutto, come ricongiungerti alla tua famiglia e, nel caso tu non volessi abbandonare quelle tre ossa impolverate del palazzo dove fungi da serva, potrei darti una vita. Di certo sarebbe un impegno gravoso per me *passo in modo teatrale il dorso della mano destra sulla fronte mentre con la sinistra afferro la bottiglia dietro di me* e di sicuro non privo di rischi... Ma *stappando la bottiglia ne bevo un lungo sorso facendo crescere il pathos fra noi* i vantaggi che ne trarrei mi ripagherebbero dei miei sforzi.

Elide Dei Boschi
Ma... *parla paziente con questo vampiro che ha già cambiato tono di voce e furbescamente ammette* al lycan non sapevo cosa chiedere.. Ho detto che volevo in corpo perché é la prima cosa che mi é venuta in mente! *stavolta gli sorride dolcemente cercando di capire perché questo mago che entrambi cercano é cosi importante* un corpo sarebbe una condanna! Dovrei chiedere crescere, ammalarmi e morire dimmi perché dovrei desiderare un corpo! Persino tu non sei del tutto immune alla morte! *incrocia le braccia al petto* quando sarai polvere ru svanirai! Io la morte l'ho vinta e sono qui!

Damian Kanes
*Ancora una volta recito una breve litania facendo apparire vicino a lei delle scarpette rosse* chi ti dice che la vita che ti donerei sia umana? *Sposto una ciocca di capelli riportandola dietro l'orecchio* un favore per un favore, un premio per un premio. Sei una bambina dovresti capirla una cosa così elementare.

Elide Dei Boschi
Mmmmmmmm *vorrebbe non guardare stizzita sposta il visino ma piano piano si gode la visione di quelle scarpette, rosse, lucide di pelle con i fiorellini intagliati. Di nuovo ina lacrima le riga il volto e allunga le manine* sono quelle della mia mamma vero? Si... Sono loro...

Damian Kanes
Un favore per un favore, un regalo per un regalo. *Resto in silenzio concentrato su di lei e sul grattare il mento incorporeo della pantera. Non riesco a sentire i contorni del suo essere, solo lievi sensazioni gelide eppure, quel gattone rimandava fusa rumorose e soddisfatte. Stranezze del mondo delle Ombre*.

Elide Dei Boschi
Prima voglio sapere perché cerchi questo magupolo? Il Lycan lo vuole fare im brodo e papparselo tu mi hai quasi annientato... *ora é serissima ha ritrovato la sua forza. É così vicina alla pantera che riesce a sfiorarla e sentirla* il mio desiderio é questo voglio sapere tutta la storie e poi..... *sghignazza* il lycan ti detesta

Damian Kanes
*Gli occhi mi si illuminano come una brace ardente* Perchè secondo te cerco un mago se non per impadronirmi del suo potere? Silver mi detesta? Sai che novità *quasi ringhio, la pazienza era decisamente finita*, quel pulcioso ululante non saprebbe trovarsi la coda se non gliel'avessero indicata! Per il resto sono affari che non ti riguardano. Conosci la mia proposta *torno a calmarmi, avrei certamente voglia di spegnerle la non vita* prendere o lasciare.

Elide Dei Boschi
Solo del potere? Mmmmm *annuisce e acconsente* però non credo sia solo per quello nemmeno Palla di Pelo mi ha detto tutta la verità! *sbuffa * uffi!!! Siete sempre vaghi voi esseri potenti!!

Damian Kanes
Io sono potente, lui è pietoso. Gli è stato concesso un grande dono e lui cerca ogni modo possibile per disfarsene. *Rido divertito al limite della sguaiataggine, anche Syria si risente* se solo comprendesse ciò che possiede e accettasse il piccolo prezzo che gli viene richiesto sarebbe l'essere più felice di questo pezzo di mondo. Ma no, deve ululare alla luna, povero me maledetto. *Torno serio, braci ardenti negl'occhi, i denti affilati fanno capolino dalle labbra, le unghie allungate come artigli* sai una cosa? Se ci penso bene non ho bisogno neppure di te.

Elide Dei Boschi
Un dono? * ora é totalmente rilassata* parli del marchio che porta vero? Del fatto che é sempre cosi arrabbiato ma é nella natura degli uomini lupo! * più sta con lui e più nota la differenza fra i due esseri. Il Lycan era spinto da una vendetta antica ma non chiedeva il potere, voleva solo essere libero. Invece gli occhi del vampiro erano male puro, cupi e cattivi* tu non provi nulla nemmeno per questa pantera Ralas ti farebbe a pezzi!!

Damian Kanes
Probabile. Infatti me ne tengo a debita distanza. La natura degli uomini lupo è cacciare per nutrirsi, accoppiarsi e morire. Magari adornare la sala trofei di qualche cacciatore. *Mi alzo scostando le tende in lontananza con semplici trucchetti arcani. La notte è calata, per me e Syria è ora di cacciare e per te è tempo di andartene. La porta la trovi da te giusto? *Sorrido infilando le mani in tasca mentre poggio la schiena contro un alto scaffale*. La nostra transazione non può concludersi, l'ultima cosa di cui ho bisogno è ritrovarti fra i piedi quando gli eventi precipiteranno. *Sorrido beffardamente guardandola dall'alto in basso, fluttua sopra la bottiglia vuota, il complicato rituale arcano ormai sbiadito e un pò di polvere*.

Elide Dei Boschi
Allora vado... *prima di svanire tende una manina* come ti chiamo quando trovo il magupolo? *pensa a questo uomo ricercato da questi due esseri spietati a modo loro. Un ultima occhiata al posto e poi svanisce riapparendo in piena notte nel suo Palazzo*

Damian Kanes
*Sorrido vedendola sparire, gioco un pò col tacco dello stivale mentre schiaccio una cimice per terra. Parlo a Syria che non sembra interessata ad altro se non alla caccia imminente* E' stato divertente non credi amica mia? Sarà forse meschino torturare chi non puoi opporsi, sopratutto se la morte ha già giocato con quella povera anima, ma lo spettacolo è stato esilarante. *Estraggo la mano destra dalla tasca ridendo perfidamente mentre ammiro il filamento ectoplasmico avvolto alle mie dita. Come in precedenza parlo al nulla, beandomi di un irrisorio successo, piccolo come la capocchia di uno spillo che mi porterà in futuro enormi benefici* saprò sempre dove trovarti piccola Elide, saprò sempre ciò che voglio sapere da adesso in poi.

avatar
Elide Deiboschi Volturina

Messaggi : 403
Data d'iscrizione : 09.11.11
Località : Volterra

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum