Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Forum

Ombre sulle pareti...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Ombre sulle pareti...

Messaggio  Elide Deiboschi Volturina il Dom Ago 09, 2015 11:16 pm




Lili Ardat Red
+Disegnò con la sua ombra le pareti di quella stanza+

Caius Il Volturo
Percepì la sua inconfondibile essenza tra le mura della sua dimora. Entro portando un dono per la suo amore oscuro. Una giovane fanciulla dai capelli dorati e gli occhi verde scuro come il mare in burrasca. La fanciulla era terrorizzata, capiva che erano le sue ultime ore di vita. Si dimenava, urlava, implorava di esser lasciata... Il suo cuore batteva all'impazzata, facendo scorrere velocemente il sangue nelle sue vene. Il suo sentore, si spargeva per tutto l'aere circostante. Ma egli, si trattenne, la fanciulla era un dono per la sua amata. Guardò fisso negli occhi la giovine, e la circuì. "Non hai nulla da temere,sei al sicuro, non urlerai e farai tutto ciò che ti dirò" disse con fermezza. I suoi occhi rosso vermiglio, luccicavano nel buoi. Proseguirono per i corridoi, fino ad arrivare alla sua stanza. L'apri, e Lei era li in piedi, dava loro le spalle, ma sapeva che erano li.


Lili Ardat Red
+Percependo la presenza dei due si volto' nella loro direzione. Lui cingeva la ragazza da dietro e ne guidava i movimenti...lei si presentava catatonica, simil bambola;allora capi che era un dono.
La scruto' da cima a fondo, soffermandosi sulle linee morbide dei suoi confini e delle sue forme ,i suoi colori erano chiari decisamente sposavano bene i suoi gusti, un dono, quello che aveva di fronte decisamente gradito e appropriato vista l ora, che indicava che la notte stava quasi per giungere al termine.
Ora i suoi occhi si incrociarono con quelli di lui+

Caius Il Volturo
Incrociò i suoi lucenti occhi di demone, Sembravano come fuochi artificiali nelle notti di feste mortali. Dopo un breve ed intenso scambio di assenso, ordinò alla giovine di inginocchiarsi, la lego ad una sbarra di ferro cosi che non potesse più muoversi e scappare. Prese dalla sua tasca un bisturi, lo porto vicino la cute della giovane...



passo la tagliente lama tra il derma ed i muscoli, tagliando con maestria legamenti e piccoli vasi, man mano, la pelle si stacco dal corpo.. Le urla della giovane si radiavano per la tetra notte estiva, il dolore per lei si faceva sempre più forte, fino a quando ella svenne. Dopo qualche minuto, tutto il suo corpo era nudo... nonostante ciò fece attenzione a non ucciderla, affinchè la sua amata potesse anch'ella divertirsi. In fondo, era un dono per lei.

Lili Ardat Red
+Osservò minuziosamente le lame del bisturi conficcarsi nelle carni e non poté che gioirne..Ogni lamento, ogni sussulto le provocava fulminee saette di eccitazione: ai suoi occhi non vi era cosa più appagante che poter osservare con quanta certosina attenzione il suo sposo evitava di uccidere quella giovane fanciulla.
Pensò che il suo sforzo valesse più di due prede servite già prive di vita poichè poteva sentire la bramosia che egli teneva legata ...
Si avvicinò e con le mani gli sfiorò la chioma; accostò le labbra al suo orecchio...+uccidila e poi vieni da me!

Caius Il volturo
Udì le sue parole, e subito la sua attenzione si sposto su quella giovane vittima. Osservò quel corpo, bramandone il sangue.. Si avvicinò a lei, e poi si fermò. "Ucciderla cosi, non sarebbe soddisfacente" penso tra se.
"Svegliati!" disse con tono perentorio. La giovane si sveglio dal torpore. E subito iniziò un grido infinito. Non si sa se esso fosse dovuto allo scuoiamento o alla vista del vampiro. Il suo lamento, il sentore del sangue che traspirava dai muscoli, crearono il giusto clima per il fiero pasto. Con rapidità si avvento sulla giugulare della ragazza, il sangue entrava denso tra le sue fauci, ed egli spinto dall'euforia del pasto strinse ancora più forte fino a spezzarle il collo... in quel momento quando il suo cuore smise di battere, anch'egli si fermo.. si mese eretto, si aggiusto l'abito, e si diresse verso la sua amata regina. Il sangue della giovane tingeva il suo eburneo viso.. si avvicino a lei, e la bacio.

Lili Ardat Red
+Senti il sapore ferroso entrarle in bocca , ne era estasiata ...fece aderire i due corpi mentre faceva si che le lingue si intrecciassero.
Della fanciulla oramai era rimasto l involucro vuoto, pensò che dopo avrebbe potuto darne i resti ai cani e poi pensò anche che forse non era stato di buon gusto non nutrirsi per prima ma che differenza faceva? aveva ben accettato il dono e ancora di più ne assaporava adesso il gusto direttamente dalle labbra che più aveva desiderato.
Si aggrappò con entrambe le mani alla schiena , stringendo nei pugni lembi di camicia e lo attirò ancora di più verso di se+
avatar
Elide Deiboschi Volturina

Messaggi : 406
Data d'iscrizione : 09.11.11
Località : Volterra

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum