Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Forum

conversazione privata

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

conversazione privata

Messaggio  Elide Deiboschi Volturina il Lun Mar 17, 2014 8:00 pm

Lili Ardat Red
+ aveva passato tutto il pomeriggio a pensare se fosse il caso o meno di raccontargli il tutto. All inizio era stato divertente ma vedendo il caos che aveva scatenato la sua azione si sentiva in dovere di mettere al corrente almeno Caius di quanto aveva fatto.
Si, decisamente era la cosa più giusta e in fondo se l era anche goduta, quindi se è vero che il gioco è bello quando dura poco era proprio arrivato il momento giusto, andare oltre all'insaputa di tutti non era il caso; con questi pensieri entra in stanza, si guarda attorno, lui ancora non c'è..+

Caius Il Volturo
Con l'alba che incombe fa ritorno a palazzo. Giunge davanti il grande ingresso, e volge lo sguardo indietro. Ma nessuno sguardo osserva la sua regale figura. I servi aprono le porte, e lui entra,con passo veloce e sicuro,dirigendosi verso le sue stanze. I corridoi son deserti e silenti, solo bisbiglii si odon provenire dalle camere degli ospiti. Giunge d'innanzi la porta del suo ufficio,la apre ed entra. Qui vi trova Lili che lo aspetta. -"Mia Regina,come mai qui?" Le chiede incuriosito mentre ripone il soprabito.

Lili Ardat Red
+In penombra l osserva spogliarsi dal soprabito e riporlo, da ogni.movenza traspare la regalità e quel modo di fare cosi lontano dalla sua natura.Lui non si sarebbe mai lasciato tentare...comunque oramai tutto.era compiuto.
Si alza dalla poltrona vittoriana sulla quale si era seduta e si avvicina+ . Devo parlarti!

Caius Il Volturo
Volge a lei lo sguardo,incuriosito da quelle parole criptiche dal tono quasi cupo. -"Dimmi mia Regina. Cosa turba il tuo essere?"

Lili Ardat Red
+lo guarda fisso negli occhi e gli si avvicina, mettendosi alle sue spalle lo abbraccia da dietro poggiando il capo sulla sua schiena e sospira+Mio amore...

Caius Il Volturo
Sentì il suo viso appoggiarsi sulla sua schiena.Rimase fermo per un istante,poi si girò e poggiò le mani sulle sue spalle e fissandola negli occhi le disse - " Mia Regina,mia oscurità, dimmi qual pensiero arrovella la tua mente, affinché tu possa liberarti da questo fardello."

Lili Ardat Red
+lo guarda dritto negli occhi e assumendo un aria mista al broncio e alla soddisfazione esclama+ Non è cosi grave ciò che ho fatto solo che ho creato più scompiglio di ciò che avevo immaginato.
+Vaga con gli occhi nella stanza distogliendo per qualche secondo lo sguardo poi riprende il contatto visivo e sospirando dice in un unico fiato+ Ho giocato con la mente della zingara

Caius Il Volturo
Inclinò il capo assumendo in viso un espressione interrogativa. -"Come? La zingara chi?"

Lili Ardat Red
La zingara, quell umana che tua figlia frequenta e che millanta facoltà veggenti , quella che sbriciola ovunque passi...capito ora?

Caius Il Volturo
- "Ah..si. La conobbi qualche di fa. Ma non ho ancora capito cos'hai fatto?!"

Lili Ardat Red
Qualche notte fa ho visto la fantasma e la zingara che giocavo, ella; la zingara voleva leggere il futuro a tua figlia, cosi ho colto l'occasione al volo e ho creato un futuro fittizio per lei..

Caius Il Volturo
Annuisce ascoltando le sue parole. -"Parli di quella storia che ella dovrebbe scomparire?"

Lili Ardat Red
Si esattamente di quella...qualunque cosa la zingara "legga" +mima il gesto delle virgolette con le dita+ vedrà sempre la stessa cosa..Elide scomparirà

Caius Il Volturo
Rassicurato da quelle parole,si dirige verso il letto accomodandosi su di esso.Poi dopo aver riflettuto,si libera in un ghigno. -"Beh, è proprio preoccupata adesso la fantasma! complimenti per il piano"

Lili Ardat Red
+lo guarda mentre si sdraia e le compare sul volto un aria perplessa+ mah..+lo raggiunge sul letto sedendosi + un ghigno e basta?sembravi anche tu cosi preoccupato di questa "profezia"..+mima nuovamente le virgolette con le dita+ che mi sono quasi preoccupata per te...

Caius Il Volturo
-"Naa! Ne combina tante quella! Una lezione le serviva!"

Lili Ardat Red
+Gli sale a cavalcioni sulle gambe e posa le braccia sul suo collo+ Spiegami allora perchè alla fine le perdoni sempre tutto...se ti sta bene la mia azione che la sta facendo preoccupare perchè intervieni quando cerco di ottenere lo stesso risultato con altri mezzi?

Caius Il Volturo
L'afferra per le braccia e con uno scatto la ribalta mettendola sotto lui.Si avvicina alle sue labbra e le dice. -"Ma non potremmo parlare di cose più interessanti rispetto a quella peste?!" Pronunciate quelle parole la bacia.
avatar
Elide Deiboschi Volturina

Messaggi : 406
Data d'iscrizione : 09.11.11
Località : Volterra

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum