Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Forum

Il bacio Oscuro

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il bacio Oscuro

Messaggio  Elide Deiboschi Volturina il Ven Apr 26, 2013 11:33 pm



MarishKa Dracul
* Poche erano le notti, in cui la mia mente veniva invasa da mille domande..
E quella, era una di quelle notti.
Silente e a capo chino, camminai in quel lungo corridoio, ritrovandomi dinnanzi alla porta dello studio personale del Sovrano Caius Il Volturo.
Fissai per un istante il robusto legno della porta, e un sorriso mi si formò sul volto; era come se quella notte, l'unico a poter darmi le risposte che cercavo fosse proprio lui, come se mi stesse chiamando a sè.
Diedi due colpi decisi alla porta.*

Caius Il Volturo
L'antico lume adagiato sulla scrivania illuminava la sua figura proiettando sul muro la sua regale ombra. Lui stava immobile a mirar Volterra dalla sua finestra, mentre il suo pensier vagava lontano nei meandri della storia; e ricordava guerre antiche ed un mondo fatto di sangue e vittorie. In quel momento ode bussar all'uscio della sua porta. Un soave profumo a lui molto familiare inizia a entrare dagli infissi della porta diffondendosi per la stanza .Senza distogliere lo sguardo dalla finestra disse* Entrate pure.

MarishKa Dracul
*Aprì la porta ed entrai dove aver ricevuto il suo consenso.
Lo vidi contemplare la notte, fissando un punto lontano delle terre, quasi mi sentì in colpa per aver disturbato i suoi pensieri. Con voce bassa e docile, salutai, dando una fugace occhiata all'interno dello studio: immutato.*
Buone Tenebre Sovrano Caius..

Caius Il Volturo
*udì il delicato suono della sua voce. girò le spalle ed inclinò il capo. Giratosi, incrociò il suo sguardo* Buone tenebre a voi Lady MarishKa *disse mentre si incamminò verso lei* é un piacere potervi rivedere dopo tutti questi lustri. Cosa vi conduce da me?

MarishKa Dracul
*Chinai il capo non appena si voltò da me, e sorridendo apertamente nell'udire le sue parole gentili, come sempre del resto.*
E' un piacere anche per me rivederVi dopo tempo. Il Palazzo senza di Voi è inquietantemente (?) paradisiaco! *sorride un attimo, tornando seria e composta* Perdonatemi, ma non ho risposta alla Vostra domanda. Non so cosa mi conduce dinnanzi a Voi, forse..*fa una breve pausa, prima di riprendere parola* Rammentavo quando mi parlaste del Vostro passato, di ciò che avete vissuto... Ma qualcosa mi sfugge..

Caius Il Volturo
*Accenna un breve sorriso, poi torna serio * Sapete che il mio passato si perde tra storia e mito.Si parla di me in molte leggende;in molte di queste vengo descritto come il sanguinario sovrano conquistatore di città.Ditemi pure cosa volete sapere del mio passato?

MarishKa Dracul
Dunque, conosco la prassi per quanto riguarda donare il bacio Oscuro..
Io stessa secoli fa, diedi il mio, creando quelli che comunemente chiamano "figli di Tenebra, o sangue", successivamente da me ripudiati e decapitati.. *Posa i suoi occhi verdi in quelli suoi rubino* Ma non mi avete detto, come,e quali sono i poteri, che un Sovrano 'trasmette' a chi riceve il Vostro Bacio Oscuro, o come preferite chiamarlo..
*Il suo volto è quello di una donna, ma la sua curiosità è un misto di antica innocenza e gioventù*

Caius Il Volturo
*la osservò fisso nei suoi occhi, poi distolse lo sguardo rivolgendolo verso la foto della casata. Fece qualche secondo di pausa e poi disse* Quando faccio dono del bacio oscuro, trasmetto ai miei figli di sangue parte di me stesso. Chiunque ha avuto il sacro dono ed ha bevuto da me, ha un collegamento diretto con la mia persona in più riceve forza e resistenza fisica associata con un aumento dei poteri che naturalmente possiede. *Si volse verso lei,guardandola incuriosito*Per quale motivo mi ponete questa domanda?

MarishKa Dracul
"Collegamento diretto".. Questo credo sia il dono maggiore.
*Accenna un sorriso*
Tempo fa mi avete parlato di Voi, della Vostra storia, così mi sono documentata facendo alcune ricerche più approfondite nella vostra biblioteca.. Ma nessun libro può soddisfare quanto la Vostra parola.
*risponde alla sua domanda. Con gli occhi fissi su di lui, gli pone una domanda che va oltre questa, e con un significato ben preciso.*
Sono stati i Vostri figli a domandarvelo, o siete Voi che scegliete a chi donare il Bacio Oscuro?

Caius Il Volturo
*il suo pensiero va a tutti i suoi figli rinati nel corso dei millenni* In pochi hanno ricevuto il sacro dono, perché pochi sono stati meritevoli di riceverlo. La quasi totalità dei miei figli,ha ricevuto la seconda vita per mia scelta diretta, in pochi lo hanno chiesto. Quest'ultimi hanno dovuto passare prove durissime per essere meritevoli di un cosi importante dono.

MarishKa Dracul
*Ascolta attenta e in assoluto silenzio le sue parole.
I suoi occhi si perdono per un istante, quando con le dita sfiora il punto dove secoli fa, ricevette il suo bacio oscuro.
Un flashback di immagini a rivivere quel momento, in cui fu lei a scegliere la via dell'immortalità.*
Quali prove? * tornando a lui*
Quali prove devo superare Sovrano Caius..*lo guarda*..Per poterVi appartenere?
*domandai, diretta*

Caius Il Volturo
Appartenermi? Volete entrare a far parte della mia antica e nobile casata?
Volete diventare una Voltura? *disse con un pò di stupore*

MarishKa Dracul
*Scuote la testa* No, Sovrano Caius.
Sono legata al mio nome, poichè come sapete è stata una mia scelta, e nonostante tutto sono orgogliosa di questo.
Voglio sì appartenerVi.. Avere un 'filo invisibile' che mi leghi a Voi, senza rinascere da Voltura. *poi veloce, aggiunge*
Nutro massimo rispetto verso la Vostra casata.. Ma la mia essenza vorrei rimanesse tale.. *lascia in sospeso le parole, certa che lui abbia compreso*

Caius Il Volturo
Capisco . Posso esaudire la vostra richiesta anche adesso se volete *dice con voce ferma*

MarishKa Dracul
*Annuisce. Semplicemente. Avanzando di pochi passi, portandosi ancor più vicina a lui.*

Caius Il Volturo
Vi donerò parte della mia essenza, questo vi legherà a me, senza cambiare la vostra natura. Così avrete ciò che desiderate ,e mi apparterrete. Inginocchiatevi adesso.

MarishKa Dracul
*Senza proferir parola, tenendo gli occhi su quelli del Sovrano, si inginocchia dinnanzi a lui.*

Caius Il Volturo
*la segue con lo sguardo inginocchiarsi, poi avvicina la mano al suo polso,carpendolo. La sua pelle eburnea risplende alla luce dell'antico lume. Porta il polso della fanciulla alla sua fiera bocca, e delicatamente squarcia le carni succhiando da esse ...Altro

MarishKa Dracul
*Un rauco sospiro fuoriuscì dalle sue labbra, non appena egli affondò i canini sulle sue carni. Schiuse le labbra e socchiuse gli occhi, per poi riaprirli quando lasciò andare il suo polso gocciolante di splendidi rubini cremisi.
Alzò lo sguardo e seguì il gesto e quello scambio di sangue. Sentì il sapore del suo sangue sulle labbra, e con occhi fissi su quelli di lui, accolse all'interno della sua bocca l'intero dito che delicatamente succhiò appena, raccogliendo con la lingua quella preziosa goccia.
Baciò la sua mano infine, portandosi in piedi poi dinnanzi a lui.
Lo guardò un istante, e baciò le sue labbra.
Un lungo, delicato, intenso bacio, e poi un piccolo rivolo di sangue:
Morse il suo labbro, succhiando da quella fonte.*

Caius Il Volturo
*rimase fermo per qualche istante, poi l'avvolse tra le sue braccia ed il suo mantello in un turbinio di oscurità e lussuria. Al suo morso ,sussultò, ma prosegui il bacio insanguinato. Staccatosi un attimo dalle labbra della vampira disse* Adesso avete ciò che avete tanto desiderato e siete Mia.

MarishKa Dracul
*Quella, fu la notte in cui il patto indissolubile, ebbe inizio.
Ora, in qualsiasi posto essi si trovassero, erano legati.
Sangue e Sangue. Ora, gli apparteneva.*
Sì, caro Patrigno...
*Era così strano il suono di quelle parole, che scoppiai a ridere.*
Sì, Sovrano Caius Il Volturo.
*Avvolta dal suo abbraccio, ci lasciammo cullare dalla notte.*

Elide Deiboschi
*furtiva, silenziosa, senza farsi notare e senza far alcun rrumore rientra di soppiatto a Palazzo dopo aver passato una notte di divertimenti con i suoi amici, vola veloce nelle stanze del Sovrano sperando che lui sia tanto impegnato nel lavoro per non notare la sua assenza*



avatar
Elide Deiboschi Volturina

Messaggi : 406
Data d'iscrizione : 09.11.11
Località : Volterra

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum